Emorragia

L’emorragia è la fuoriuscita di sangue intero da un sistema vascolare come risultato di un danno alla parete del vaso. L’emorragia può portare allo shock e, a differenza dell’emorragia, è una condizione di immediato pericolo di vita.

Le emorragie possono essere divise in:

  • interno – il sangue scorre dagli organi interni, ad esempio polmoni, reni, stomaco nelle cavità del corpo
  • esterno – il sangue scorre all’esterno del corpo.

Un’emorragia interna è particolarmente pericolosa, perché è spesso difficile da rilevare, e il sangue che scorre nelle cavità del corpo può, premendo su vari organi interni, causare danni ad essi.

L’emorragia esterna è più spesso il risultato di un trauma e richiede un intervento immediato, poiché la perdita di appena 1 litro di sangue è pericolosa per la vita.

Secondo un’altra divisione può essere distinto:

  • emorragia venosa – il sangue è rosso scuro, scorre in modo uniforme
  • emorragia arteriosa – il sangue è rosso vivo, ben ossigenato, pulsante
  • emorragia capillare – il sangue scorre dai vasi arteriovenosi.

Emorragie più comuni:

  • dai polmoni
  • dal tratto gastrointestinale
  • dal tratto genitale
  • da una vena varice esterna.
  • In tutti questi casi, chiamate immediatamente un medico! Quando l’emorragia viene fermata, si forma un coagulo.

SINTOMI DI EMORRAGIA

  • debolezza generale
  • polso rapido e appena percettibile (polso filiforme)
  • sensazione di mancanza di respiro
  • abbassamento della pressione sanguigna
  • occhiaie intorno agli occhi
  • irrequietezza
  • tinnito
  • sudori freddi
  • pallore della pelle e delle mucose
  • con il tempo, perdita di coscienza.

CAUSE DI EMORRAGIA

L’emorragia esterna è più spesso causata da un trauma, in cui un vaso sanguigno è rotto e la pelle è danneggiata.

Un’emorragia interna può verificarsi a seguito di un trauma, anche se non c’è una lesione esterna. Può anche essere il risultato di una malattia.

DIAGNOSTICA

La sede dell’emorragia interna può essere determinata da un esame radiologico (ultrasuoni) o endoscopico. Se si sospetta un’emorragia intracranica, deve essere eseguita una TAC o una risonanza magnetica.

Come fermare il sangue dal naso

  • Inclinare la testa in avanti e pizzicare le ali del naso con le dita.
  • Mettere impacchi freddi sul collo o sul dorso del naso.
  • Se l’emorragia non si ferma dopo 10 minuti, andate dal medico.
  • Come fermare il sanguinamento pesante
  • Sdraiare l’infortunato e sollevare l’arto ferito.
  • Pulire delicatamente la ferita, ma non rimuovere nulla dalla ferita (es. coltello, pezzo di vetro ecc.)
  • Fai pressione sulla ferita usando una garza, una benda, un impacco, ecc.; se ci sono oggetti estranei ancora nella ferita, evita di applicare una pressione diretta.
  • Mantenere la pressione sulla ferita avvolgendo strettamente l’impacco con una benda o strisce di tessuto.
  • Se la medicazione si satura di sangue, non rimuoverla ma applicare un’altra medicazione e avvolgerla strettamente.

CONSIGLIO DEL MEDICO

✓ DO:

  • per un’emorragia grave e intensa chiamare immediatamente un’ambulanza.

✓ NON FARE:

  • dare fluidi o medicine
  • lasciare il laccio emostatico per più di 1 ora.
  • Dopo aver consultato il medico, si possono applicare impacchi di succo di foglie di aloe vera, che favorisce la guarigione.

Dodaj komentarz

Twój adres e-mail nie zostanie opublikowany.